Connect with us
the_accountant_wide

Cinema

Recensione Film – The Accountant

Recensione Film – The Accountant

Genere: Drammatico, Thriller.

 

Trama: Christian Wolff (Ben Affleck) è un contabile finanziario che lavora nello stato di Washington. Sin da bambino, dimostra diversi disturbi del comportamento, che fanno dubitare i suoi genitori della sanità mentale del piccolo, che soffre di autismo, in particolare della Sindrome di Asperger.

Il suo migliore amico è il fratellino Braxton, che lo aiuta durante le sue crisi ed è l’unico con cui si confida. Quando però i suoi genitori si separano, il padre di Christian, un vecchio colonnello dell’esercito, addestra i due fratelli all’autodifesa perché affermava (a ragione) che ciò che è diverso genera paura nelle altre persone, e quindi la capacità di offendere verbalmente e fisicamente il giovane Christian.the_accountant_1

Dopo essere cresciuto, Christian, da sempre appassionato per la matematica, diventa un contabile finanziario in un piccolo paesino alle porte di Washington, dove riesce a togliere dai guai una coppia di anziani proprietari di una fattoria. Ha una vera e propria passione per le armi, che usa proprio nella fattoria dei coniugi per migliorarsi ancora di più.

Un giorno viene chiamato per riuscire a far quadrare i conti, dalla Living Robotics, una società di elettronica che produce protesi e ha numerosi accordi militari con l’esercito americano. Qui incontra Dana (interpretata da Anna Kendrick), una giovane analista che ha trovato delle incongruenze nei registri contabili dell’azienda, senza però riuscirne a capire il motivo.

Dopo un paio di giorni di lavoro con i numeri, Christian scopre che qualcuno in società ha rubato ben 61 milioni di dollari, tramite l’uso di diverse compagnie esterne e il riciclaggio di denaro sporco.

Nel frattempo, il ministero del tesoro, di comune accordo con l’Fbi, ha avviato un’indagine affidata alla giovane agente Morales, che viene costretta dal suo capo, Raymond King (un sempre impeccabile J.K. Simmons), a trovare ‘Il contabile’ che forniva consulenze economiche a diversi elementi della criminalità mondiale, altrimenti sarebbe stata licenziata.the_accountant_2

Intanto, una misteriosa squadra d’assalto prova a uccidere Christian, che grazie alla sua abilità con le armi, riesce a salvarsi e a raggiungere e salvare anche Dana, anch’essa presa di mira dai sicari.

Avviate le indagini però, Morales capisce che tutti gli pseudonimi usati dal contabile nei suoi viaggi all’estero sono tutti nomi di importanti matematici affetti da autismo, quindi riesce a trovare il vero nome di Christian e la sua casa, dove troveranno ben altro da quello che si aspettavano.

 

 

Commento: The Accountant è un bel film thriller, ma nulla di più. Si può benissimo accostare ai vari ‘The Mechanic’ con Jason Statham e alla serie di videogiochi e film ‘Hitman’.

Proprio per questa scelta di stile, la qualità della pellicola, sempre ad alti livelli, non riesce a discostare troppo dai sopracitati film, rischiando in alcune parti di diventarne quasi un clone. Nonostante ciò ha molti punti in suo favore: in primis è impossibile non citare proprio i due attori principali, Ben Affleck e Anna Kendrick.

L’abilità di Affleck di immedesimarsi nei suoi personaggi è ancora una volta sotto gli occhi di tutti, sempre impeccabile nella recitazione, anche dopo le numerose critiche ricevute lo scorso anno dopo aver indossato i panni di Batman.the_accountant_3

Il percorso di crescita di Anna Kendrick invece, è uno davvero ammirevole, qui la vediamo nei panni di una giovane analista un po’ impacciata, ma sempre con una spontaneità che la Kendrick possiede come dono naturale.

Per quanto riguarda gli aspetti puramente tecnici, il film si assesta nella media, senza peccare di errori gravi nella sceneggiatura e regalandoci una buona colonna sonora e una discreta fotografia.

Consigliato quasi esclusivamente agli amanti dei film d’azione, con componenti di spionaggio e un plot twist finale che nessuno si sarebbe mai immaginato.

Genere: Drammatico, Thriller.   Trama: Christian Wolff (Ben Affleck) è un contabile finanziario che lavora nello stato di Washington. Sin da bambino, dimostra diversi disturbi del comportamento, che fanno dubitare i suoi genitori della sanità mentale del piccolo, che soffre di autismo, in particolare della Sindrome di Asperger. Il suo migliore amico è il fratellino Braxton, che lo aiuta durante le sue crisi ed è l’unico con cui si confida. Quando però i suoi genitori si separano, il padre di Christian, un vecchio colonnello dell’esercito, addestra i due fratelli all’autodifesa perché affermava (a ragione) che ciò che è diverso genera paura nelle altre persone, e quindi la capacità di offendere verbalmente e fisicamente il giovane Christian. Dopo essere cresciuto, Christian, da sempre appassionato per la matematica, diventa un contabile finanziario in un piccolo paesino alle porte di Washington, dove riesce a togliere dai guai una coppia di anziani proprietari di una fattoria. Ha una vera e propria passione per le armi, che usa proprio nella fattoria dei coniugi per migliorarsi ancora di più. Un giorno viene chiamato per riuscire a far quadrare i conti, dalla Living Robotics, una società di elettronica che produce protesi e ha numerosi accordi militari con l’esercito americano. Qui incontra Dana (interpretata da Anna Kendrick), una giovane analista che ha trovato delle incongruenze nei registri contabili dell’azienda, senza però riuscirne a capire il motivo. Dopo un paio di giorni di lavoro con i numeri, Christian scopre che qualcuno in società ha rubato ben 61 milioni di dollari, tramite l’uso di diverse compagnie esterne e il riciclaggio di denaro sporco. Nel frattempo, il ministero del tesoro, di comune accordo con l’Fbi, ha avviato un’indagine affidata alla giovane agente Morales, che viene costretta dal suo capo, Raymond King (un sempre impeccabile J.K. Simmons), a trovare ‘Il contabile’ che forniva consulenze economiche a diversi elementi della criminalità mondiale, altrimenti sarebbe stata licenziata. Intanto, una misteriosa squadra d’assalto prova a uccidere Christian, che grazie alla sua abilità con le armi, riesce a salvarsi e a raggiungere e salvare anche Dana, anch’essa presa di mira dai sicari. Avviate le indagini però, Morales capisce che tutti gli pseudonimi usati dal contabile nei suoi viaggi all’estero sono tutti nomi di importanti matematici affetti da autismo, quindi riesce a trovare il vero nome di Christian e la sua casa, dove troveranno ben altro da quello che si aspettavano.     Commento: The Accountant è un bel film thriller, ma nulla di più. Si può benissimo accostare ai vari 'The Mechanic' con Jason Statham e alla serie di videogiochi e film 'Hitman'. Proprio per questa scelta di stile, la qualità della pellicola, sempre ad alti livelli, non riesce a discostare troppo dai sopracitati film, rischiando in alcune parti di diventarne quasi un clone. Nonostante ciò ha molti punti in suo favore: in primis è impossibile non citare proprio i due attori principali, Ben Affleck e Anna Kendrick. L'abilità di Affleck di immedesimarsi nei suoi personaggi è ancora una volta sotto gli occhi di tutti, sempre impeccabile…

The Accountant

7.0 - 70%

70%

7

User Rating: Be the first one !
70

The Accountant

7.1

Costumi

7.0/10

Regia

6.8/10

Fotografia

7.0/10

Sceneggiatura

7.4/10

Colonne Sonore

7.1/10
Comments

More in Cinema