discoveryposter

Recensione Film – La Scoperta

Genere: Drammatico, Sci-fi.

Trama: In un futuro prossimo, lo scienziato Thomas Harbor (Robert Redford) ha dimostrato l’esistenza di un aldilà, un luogo dove andiamo dopo la morte. La rivelazione al mondo ha causato un’ondata di suicidi senza eguali, portando ben 4 milioni di persone alla morte.

A pochi giorni dal secondo anniversario dalla scoperta, William Harbor (Jason Segel), il figlio di Thomas, torna dopo alcuni anni nella casa di famiglia, nel tentativo di far smettere le ricerche del padre. Nel traghetto su cui si trova incontra Isla (Rooney Mara), e cominciano a conversare.The_Discovery_3

Dopo essere scesi, Will viene preso dal fratello Connor e torna finalmente alla sua vecchia casa, che ormai è diventato un enorme laboratorio, dove il padre continua le ricerche e in cui molte persone, che Will scoprirà hanno tentato il suicidio, lavorano per lui.

Quando finalmente vede il padre, è sdraiato su un lettino in un coma indotto nel tentativo di dimostrare cosa ci sia realmente dopo la morte. Sconvolto dalla visione del padre in quello stato, secondo lui andato troppo oltre, Will esce e con il furgone del fratello va in una spiaggia.

Lì da lontano vede Isla che raccoglie dei sassi e li mette in uno zaino che porta al collo, prima di camminare verso l’acqua e immergersi completamente. Capendo che Isla vuole suicidarsi, Will corre verso di lei e riesce a salvarla, nonostante lei ripeta di non voler essere salvata, e la porta nella tenuta del padre, dove viene inclusa nella comunità.

Attratto da Isla e ancora intento a far distogliere il padre dalle sue ricerche, Will decide di rimanere lì e finire quello che aveva cominciato insieme al padre alcuni anni prima. Per poter continuare le ricerche, hanno bisogno di un cadavere, e grazie a un’idea di Isla, raggiungono l’obitorio dell’isola e rubano un corpo.The_Discovery_2

Per non far andare ancora oltre il padre, Will sabota il macchinario da lui costruito che permette di registrare cosa avviene dopo la morte, riuscendo, dopo vari tentativi, a far fermare il padre, almeno per quel giorno. La notte però, tormentato da quello che poteva esserci, Will riattacca il fusibile da lui smontato e scopre che in realtà la macchina funziona, e vede nello schermo quello che sembra essere un ricordo della vita del defunto.

Deciso a svelarne il mistero, Will ripercorre gli stessi passi del morto, ma scopre che quello che vede è leggermente diverso da quello che è in realtà. Nel frattempo, Thomas, desideroso di finire una volta per tutte le ricerche, si attacca lui stesso alla macchina e, quando Will rientra a casa, vede nello schermo una scena che conosce a memoria, ma con alcune differenze: la sera in cui sua madre si è suicidata.

Nello schermo, Thomas ripercorre quella tragica serata, ma riesce a far cambiare idea alla moglie che alla fine resta in vita. Risvegliatosi dal coma indotto, Thomas è ben cosciente che quello che ha visto è diverso dalla realtà, e arriva alla conclusione che l’aldilà non è altro che una vita parallela in cui un particolare evento importante è andato diversamente.

 

Commento: ‘The Discovery’ (in italiano ‘La Scoperta’) è una produzione originale Netflix, che ultimamente oltre alle tanto amate serie tv, sta sfornando un incredibile numero di film di altissimo livello, di cui sicuramente fa parte proprio questo.

Tutto ciò che compone questo film, dalla trama agli attori, dalla fotografia alla regia, si mantiene al top dall’inizio alla fine, in cui viene finalmente rivelato ciò che accade dopo la morte (ben diverso da quello che Will credeva ci fosse).

Un Jason Segel protagonista assoluto che rende al massimo nelle scene più interiori del suo personaggio, costretto a rivedere sempre i fantasmi del suo passato, nonché i timori e il senso di colpa del presente. La bellissima Rooney Mara poi, con la sua espressività disarmante, ci catapulta direttamente dentro la mente di Isla, anche lei con un passato turbolento, incapace all’inizio anche delle più semplici emozioni, che grazie a Will scopre di nuovo di poter vivere.

The_Discovery_1

La regia e la fotografia, così come l’ottima colonna sonora, ci tengono incollati allo schermo fino alla fine della pellicola, desiderosi di scoprire anche noi ciò che realmente accade nella splendida sequenza finale. Ovviamente la sceneggiatura merita una lode a parte: mai banale, nessun errore nello script, è eccellente per tutta la durata del film, anche nelle parti più lente, rese godibili dalla sapiente regia.

In definitiva un film consigliato a tutti, a tratti molto forte per le tematiche trattate, che fanno ragionare davvero lo spettatore sul reale senso della vita e su quanto sia meravigliosa.

Genere: Drammatico, Sci-fi. Trama: In un futuro prossimo, lo scienziato Thomas Harbor (Robert Redford) ha dimostrato l'esistenza di un aldilà, un luogo dove andiamo dopo la morte. La rivelazione al mondo ha causato un'ondata di suicidi senza eguali, portando ben 4 milioni di persone alla morte. A pochi giorni dal secondo anniversario dalla scoperta, William Harbor (Jason Segel), il figlio di Thomas, torna dopo alcuni anni nella casa di famiglia, nel tentativo di far smettere le ricerche del padre. Nel traghetto su cui si trova incontra Isla (Rooney Mara), e cominciano a conversare. Dopo essere scesi, Will viene preso dal fratello Connor e torna finalmente alla sua vecchia casa, che ormai è diventato un enorme laboratorio, dove il padre continua le ricerche e in cui molte persone, che Will scoprirà hanno tentato il suicidio, lavorano per lui. Quando finalmente vede il padre, è sdraiato su un lettino in un coma indotto nel tentativo di dimostrare cosa ci sia realmente dopo la morte. Sconvolto dalla visione del padre in quello stato, secondo lui andato troppo oltre, Will esce e con il furgone del fratello va in una spiaggia. Lì da lontano vede Isla che raccoglie dei sassi e li mette in uno zaino che porta al collo, prima di camminare verso l'acqua e immergersi completamente. Capendo che Isla vuole suicidarsi, Will corre verso di lei e riesce a salvarla, nonostante lei ripeta di non voler essere salvata, e la porta nella tenuta del padre, dove viene inclusa nella comunità. Attratto da Isla e ancora intento a far distogliere il padre dalle sue ricerche, Will decide di rimanere lì e finire quello che aveva cominciato insieme al padre alcuni anni prima. Per poter continuare le ricerche, hanno bisogno di un cadavere, e grazie a un'idea di Isla, raggiungono l'obitorio dell'isola e rubano un corpo. Per non far andare ancora oltre il padre, Will sabota il macchinario da lui costruito che permette di registrare cosa avviene dopo la morte, riuscendo, dopo vari tentativi, a far fermare il padre, almeno per quel giorno. La notte però, tormentato da quello che poteva esserci, Will riattacca il fusibile da lui smontato e scopre che in realtà la macchina funziona, e vede nello schermo quello che sembra essere un ricordo della vita del defunto. Deciso a svelarne il mistero, Will ripercorre gli stessi passi del morto, ma scopre che quello che vede è leggermente diverso da quello che è in realtà. Nel frattempo, Thomas, desideroso di finire una volta per tutte le ricerche, si attacca lui stesso alla macchina e, quando Will rientra a casa, vede nello schermo una scena che conosce a memoria, ma con alcune differenze: la sera in cui sua madre si è suicidata. Nello schermo, Thomas ripercorre quella tragica serata, ma riesce a far cambiare idea alla moglie che alla fine resta in vita. Risvegliatosi dal coma indotto, Thomas è ben cosciente che quello che ha visto è diverso dalla realtà, e arriva alla conclusione che l'aldilà non è altro che una vita…

La Scoperta

8.6 - 8.6

8.6

8.6

User Rating: Be the first one !
9

La Scoperta

La Scoperta
8.6

Regia

8.5 /10

Fotografia

8.3 /10

Sceneggiatura

9.3 /10

Colonne Sonore

8.9 /10

Costumi & Trucchi

8.1 /10

PRO

  • Trama originalissima e mai banale.
  • La performance di tutto il cast, nessuno escluso.

Autore dell'articolo: Antonio Fiasconaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *