la_la_land-262021831-large

Recensione Film – La La Land #RoadToOscars

Genere: Commedia/Sentimentale/Musical

Trama: Los Angeles, Mia è una giovane aspirante attrice che si guadagna da vivere come barista in un coffee shop negli studi della Warner Bros.

Il suo sogno è diventare attrice e per questo motivo nel tempo libero si dedica a fare provini nella speranza che almeno uno di questi le frutti una parte.

La La LandUna sera Mia passa per caso da un ristorante molto elegante e viene immediatamente ammaliata e colpita dalla meravigliosa musica prodotta dal giovane pianista che intrattiene la sala, tale Sebastian. 

Purtroppo quella musica non piace a tutti e infatti di lì a poco il proprietario del locale decide di licenziare Sebastian per aver suonato la sua musica invece che quella da suggerita dal suo datore di lavoro.

Colpito dalla rabbia di aver perso il lavoro Sebastian si precipita fuori dal locale ma nella fuga strattona la povera Mia che nel frattempo stava per congratularsi con lui per la splendida performance.
Nei mesi successivi Mia continua ad incontrare Sebastian in varie occasioni ma è ad una festa che scatta la scintilla fra i due.

In una richiesta di Mia di un pezzo particolarmente odiato da Sebastian, che era stato ingaggiato per suonare alla festa, si consuma la vendetta di Mia che decide così di perdonarlo e anzi di volerlo rivedere e di passare del tempo con lui.

La La LandUna sera Sebastian porta Mia in un locale in cui si suona del Jazz dal vivo e tenta di farlo apprezzare a lei, che tanto lo disprezza.

Sarà l’occasione per parlare dei propri sogni e dei propri progetti per il futuro.

Sebastian, dal canto suo, è un vero amante del genere e tenta “di difenderlo a spada tratta” contro la sua morte che appare ormai imminente.

Il suo sogno è aprire un locale tutto suo e permettere attraverso di esso la rinascita del jazz.

Nel frattempo Mia decide che, dopo tanti provini falliti, è il momento di scrivere un monologo teatrale tutto suo, su suggerimento di Sebastian.

Ma Sebastian non rimane a guardare e decide di accettare la proposta del suo ex compagno di classe al liceo, tale Keith, che gli propone di entrare, come pianista, nella sua jazz band, “The Messengers”.

Nonostante questo lavoro gli dia uno stipendi fisso Sebastian è costretto a combattere con la sua coscienza perchè si ritrova a suonare un genere che non ama molto.

Sebastian decide però di continuare con la band e con essa andrà in tour in giro per il mondo scatenando un incredibile successo.

Il suo lavoro, però, lo allontana da Mia che comincia a sentire la sua mancanza e per questo ne nasceranno delle discussioni.

Sad Emma Stone GIF by La La Land - Find & Share on GIPHY

La sera dell’esordio del suo monologo teatrale Sebastian non si presenta allo spettacolo, per via di un impegno con la band, e così Mia, delusa per la scarsa affluenza del pubblico e per la mancata presenza di Sebastian, fugge via dal teatro così delusa e amareggiata da voler abbandonare Los Angeles per tornare dai suoi genitori i Nevada.

A questo punto tocca a Sebastian cercare di riparare le cose e infatti l’occasione per farlo finalmente arriva quando Sebastian viene contattato da una direttrice di casting, che era presente allo spettacolo di Mia ed è rimasta colpita dalla sua interpretazione.

Sebastian salta in auto e corre in Nevada da Mia a darle la lieta notizia. Mia però non la prende con entusiasmo e si dimostra parecchio scoraggiata e ferita. Sebastian però le fa cambiare idea e il giorno seguente Mia si presenta al casting e racconta la storia di sua zia, donna che l’ha ispirata a diventare attrice e che lo era lei stessa.

Sicuro che il provino andrà bene Sebastian dice a Mia di dedicarsi pienamente alle riprese, nonostante i lunghi periodi di riprese possano tenerli lontani per molto. La La Land

 

I due si dichiareranno che si ameranno per sempre qualunque cosa succeda.

Il finale riserva uno sconvolgente epilogo dal tono palpitante ed altamente emozionante che però riserva grande sorpresa.

 

Commento: 

In “La La Land” si è costantemente dentro un Musical di successo e non si ha per nulla la sensazione di essere in realtà gli spettatori del film (musical).

La La Land Film GIF - Find & Share on GIPHY

Si ha da subito la sensazione di entrare nel mondo dello spettacolo insieme a Mia (Emma Stone) e Sebastian (Ryan Gosling).

Il film assume quasi l’identità di un Musical a Teatro se non fosse per un pregevole uso di effetti scenici e particolari espedienti cinematografici.

Attraverso un astutissimo gioco di luci, riflettori ed ombre si delineano dei focus sui protagonisti della scena.

Essi risultano quasi isolati dal contesto che li circonda al punto che sembrano non farne parte.

I protagonisti sembrano, piuttosto, sul palco di un teatro invece che sulla scena.

Dall’altro lato la trama del film si delinea in mezzo ai momenti musicali e sembra quasi fare solo da cornice.

la_la_land_01Sia Ryan Gosling che Emma Stone riescono a calarsi perfettamente nei loro ruoli e li portano in primo piano tal punto da colmare la pochezza della trama.

Sicuramente questa rappresenta una impostazione molto coraggiosa da parte del regista Damien Chazelle che preferisce dare risalto ai protagonisti invece che alla trama del film.

Essi, imbastiti del ruolo di interpreti rispettivamente di Sebastian e Mia, devono anche svolgere al meglio la “componente musical” dei ruoli che interpretano e lo fanno più che egregiamente.

Particolare risalto viene dato alla storia d’amore fra Sebastian e Mia che viene resa scoppiettante ed emozionante dalla sensibilità e della grande passionalità di Ryan Gosling ed Emma Stone.

Da sottolineare un’incredibile capacità canora di entrambi gli interpreti ma anche una spiccata, e quasi spontanea, vena musicale di Gosling.

La Stone si esalta, oltre che per la sua straordinaria espressività, per la sua capacità di interpretare il famoso “teatro nel teatro”: ella è sia attrice del film sia attrice nel film e lo fa con grande naturalezza e sicurezza, cosa affatto scontata.

I temi trattati, il tema umano della rivalsa personale e quello legato alla rivalsa del jazz, risultano calzare a pennello con il contesto e con gli attori oltre ad essere molto evocativi e significativi.

Da segnalare uno straordinario accompagnamento sonoro e un pregevole uso delle luci, autentici punti di forza del film.

Location molto realistiche e plausibili si rendono fondamentale per il contesto del film e ne danno un tocco molto realistico.

La presenza di John Legend nel cast è l’autentica chicca del film e c’è da sottolineare che non si comporta affatto male come attore.

In conclusione “La La Land” non è solo un cine-musical sfarzoso ed eclatante ma soprattutto uno straordinario esempio di come si possa rendere un musical davvero emozionante, e renderlo portatore di un messaggio umano, se lo si distacca dal suo contesto orginale, il teatro.

Questo film vale davvero le numerosissime nomination per gli Oscar 2017.

 

 

Genere: Commedia/Sentimentale/Musical Trama: Los Angeles, Mia è una giovane aspirante attrice che si guadagna da vivere come barista in un coffee shop negli studi della Warner Bros. Il suo sogno è diventare attrice e per questo motivo nel tempo libero si dedica a fare provini nella speranza che almeno uno di questi le frutti una parte. Una sera Mia passa per caso da un ristorante molto elegante e viene immediatamente ammaliata e colpita dalla meravigliosa musica prodotta dal giovane pianista che intrattiene la sala, tale Sebastian.  Purtroppo quella musica non piace a tutti e infatti di lì a poco il proprietario del locale decide di licenziare Sebastian per aver suonato la sua musica invece che quella da suggerita dal suo datore di lavoro. Colpito dalla rabbia di aver perso il lavoro Sebastian si precipita fuori dal locale ma nella fuga strattona la povera Mia che nel frattempo stava per congratularsi con lui per la splendida performance. Nei mesi successivi Mia continua ad incontrare Sebastian in varie occasioni ma è ad una festa che scatta la scintilla fra i due. In una richiesta di Mia di un pezzo particolarmente odiato da Sebastian, che era stato ingaggiato per suonare alla festa, si consuma la vendetta di Mia che decide così di perdonarlo e anzi di volerlo rivedere e di passare del tempo con lui. Una sera Sebastian porta Mia in un locale in cui si suona del Jazz dal vivo e tenta di farlo apprezzare a lei, che tanto lo disprezza. Sarà l'occasione per parlare dei propri sogni e dei propri progetti per il futuro. Sebastian, dal canto suo, è un vero amante del genere e tenta "di difenderlo a spada tratta" contro la sua morte che appare ormai imminente. Il suo sogno è aprire un locale tutto suo e permettere attraverso di esso la rinascita del jazz. Nel frattempo Mia decide che, dopo tanti provini falliti, è il momento di scrivere un monologo teatrale tutto suo, su suggerimento di Sebastian. Ma Sebastian non rimane a guardare e decide di accettare la proposta del suo ex compagno di classe al liceo, tale Keith, che gli propone di entrare, come pianista, nella sua jazz band, "The Messengers". Nonostante questo lavoro gli dia uno stipendi fisso Sebastian è costretto a combattere con la sua coscienza perchè si ritrova a suonare un genere che non ama molto. Sebastian decide però di continuare con la band e con essa andrà in tour in giro per il mondo scatenando un incredibile successo. Il suo lavoro, però, lo allontana da Mia che comincia a sentire la sua mancanza e per questo ne nasceranno delle discussioni. La sera dell'esordio del suo monologo teatrale Sebastian non si presenta allo spettacolo, per via di un impegno con la band, e così Mia, delusa per la scarsa affluenza del pubblico e per la mancata presenza di Sebastian, fugge via dal teatro così delusa e amareggiata da voler abbandonare Los Angeles per tornare dai suoi genitori i Nevada. A questo punto tocca a Sebastian cercare di riparare…

La La Land

8.8

User Rating: Be the first one !
88

La La Land

La La Land
8.8

Costumi

8.3 /10

Regia

9.0 /10

Fotografia

8.9 /10

Sceneggiatura

8.7 /10

Colonne Sonore

9.2 /10

PRO

  • Interpretazione Ryan Gosling
  • Interpretazione Emma Stone
  • Colonne Sonore
  • Location scelte

CONTRO

  • Alcuni Effetti speciali non risultano realistici

Autore dell'articolo: Gabriele Dell'Aria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *