attoresettimana

Attore della Settimana – Jake Gyllenhaal

Il secondo appuntamento con la rubrica “L’attore della settimana” ci porta a scoprire, nel giorno del suo compleanno, uno degli attori più in vista di quest’ultimo periodo, per ora in sala con ‘Animali Notturni’: Jake Gyllenhaal.

Divenuto ormai una famosissima star del jet set internazionale, Jake diventa attore sin da bambino, grazie al padre regista e come forse molti di voi avranno capito è anche il fratello di Maggie (vista anche nel ‘Cavaliere Oscuro’ di Nolan), che recita con lui in Donnie Darko. Le sue interpretazioni sono sempre di qualità impeccabile, in quanto l’attore statunitense si immedesima molto bene nei suoi personaggi.

Molte sono le pellicole per cui Gyllenhaal è ricordato, ma tra questi spiccano sei film che lo hanno portato al ruolo di attore affermato e instancabile sex symbol.

 

 

Donnie Darko è un film del 2001 scritto e diretto da Richard Kelly che segna l’entrata in scena nel mondo di Hollywood di Jake Gyllenhaal. Esso racconta la storia di Donnie Darko, un adolescente alle prese coi problemi dell’età:donnie-darko un liceale maturo, intelligente, compassionevole, ma che non gode di popolarità, introverso e soprattutto con una diagnosi di probabile schizofrenia (è in terapia psichiatrica e sotto cura farmacologica). La notte del 2 ottobre 1988 viene travolto da uno strano evento: dopo che la sorella maggiore Elizabeth rincasa, la famiglia Darko viene sconvolta dalla caduta di un motore d’aereo precipitato direttamente nella camera di Donnie. Donnie però non è nella sua stanza: dopo un episodio di sonnambulismo nel quale incontra un misterioso personaggio, si risveglia nel campo da golf di Middlesex, Virginia, e si ritrova una sequenza di numeri scritta sul braccio. La sua sfida sarà cercare di capirne il significato. Da lì in poi la sua vita proseguirà in una strana e concatenata sequenza di coincidenze che lo porteranno ad indagare ancora di più sui segni che gli vengono pian piano proposti.

 

 

I segreti di Brokeback Mountain è un film di Ang Lee del 2005 vincitore brokeback-mountaindi 3 premi Oscar (miglior regia, sceneggiatura non originale e colonna sonora) a fronte di ben 8 candidature (tra cui quella del nostro Jake come miglior attore non protagonista). Racconta la storia amorosa tra due cowboy (Jake Gyllenhaal e il suo grande amico Heath Ledger) che devono badare al gregge sulle montagne del Wyoming negli anni 60. A causa del forzato isolamento, i due giovani cominciano ad avere una forte attrazione reciproca e arrivano ad avere un rapporto omosessuale. Finito il lavoro, i due tornano alla vita normale ed entrambi si sposano, ma dopo alcuni anni si incontrano nuovamente e ciò riaccende la passione mai finita dei due.

 

 

Zodiac, pellicola del 2007 diretta da David Fincher, narra della vera storia del famoso assassino Zodiac, che negli sessanta e settanta uccise parecchi innocenti nell’area di San Francisco.zodiac-downey-gyllenhaal In questo film Gyllenhaal interpreta Robert Graysmith, un giovane vignettista del Chronicle determinato a far luce sugli atroci avvenimenti accaduti nell’arco di ben due decenni. Ad accompagnare Jake, nel film sono presenti anche attori del calibro di Mark Ruffalo e Robert Downey Jr, che interpretano rispettivamente il detective Dave Toschi incaricato del caso e il giornalista del Chronicle Paul Avery.

 

 

Amore e altri rimedi è un film del 2010 diretto da Edward Zwick in cui Jake ottiene una candidatura ai Golden Globe. Il donnaiolo Jamie Randall lavora come rappresentante di prodotti farmaceutici, tra cui il Viagra, per un’importante industria farmaceutica, la Pfizer. Il suo fascino e la sua parlantinalove1 lo rendono uno dei migliori nel suo campo, prospettandogli un futuro di successo e ricchezza. Un bel giorno, durante una visita di un medico a cui doveva vendere i suoi prodotti il giovane Jamie conosce Maggie Murdock (interpretata dalla bellissima Anne Hathaway), una ragazza affetta dalla malattia di Parkin
son con un carattere molto particolare e dalla tendenza lunatica.  I due avranno dapprima una storia di sesso occasionale, ma poi si accorgeranno che quello che stanno vivendo è qualcosa di più di semplice sesso. A quel punto si creeranno diversi dubbi nei due e fra varie peripezie alla fine capiranno di essersi innamorati l’uno dell’altra, venendo addirittura meno al grande limite della coppia, la limitata permanenza vitale di Maggie.

 

 

 

Source Code è un film del 2011 di Duncan Jones. Esso narra delle vicende del pilota di elicotteri dell’aeronautica statunitense Colter Stevens, che si risveglia su un treno di pendolari in viaggio verso Chicago e l’ultima cosa che ricorda è che stava volando mentre si trovava in missione in Afghanistan. Ben presto scopre che alle altre persone, tra cui la sua compagna di viaggio Christina Warren, appare come Sean Fentress, un insegnante.

JAKE GYLLENHALL stars in Source Code

Di lì a poco si verificherà una tremenda esplosione e ad un certo punto Colter riprenderà conoscenza all’interno di una sorta di capsula da cui non può uscire. Attraverso uno schermo comunicherà con il capitano dell’Air Force Carol Goodwin che ne verificherà l’identità e gli spiegherà che si trova nel “codice sorgente” (Source Code), un dispositivo sperimentale creato dal dottor Rutledge, scienziato che lavora per la Beleaguered Castle (un’unità militare) e che permette ai propri utilizzatori di vivere gli ultimi otto minuti di vita di un’altra persona all’interno di una linea temporale alternativa. A Colter verrà così svelato il vero obiettivo della sua missione: evitare una futura esplosione nucleare che si verificherà a Chicago, nell’immediato futuro, cercando di risalire all’esecutore dell’esplosione nel treno, che è lo stesso della bomba a Chicago. A furia di viaggiare nel “Source Code” Colter perderà di vista la sua realtà ma scoprirà sempre nuovi segreti sul proprio passato fino ad arrivare ad una vera e propria crisi esistenziale che finirà in un modo molto sconvolgente.

 

 

The Nightcrawler – Lo sciacallo è un film del 2015 che fa guadagnare a Gyllenhaal un’altra candidatura ai Golden Globe. In questo caso interpreta Lou, un uomo sul punto della bancarotta che un giorno assiste ad un incidente stradale e guardando il cameraman di un notiziario locale, decide di comprare una telecamera e fare delle riprese come giornalista freelance. Man mano che acquista successo, Lou diventa sempre più spietato e incurante dei limiti dell’etica, finché un giorno registra sul luogo di un delitto i due assassini intenti a scappare.nightcrawler-7 Lou decide di aspettare che compiano un altro delitto e registrarli prima di chiamare la polizia; quando però finalmente chiama le forze dell’ordine, uno dei due assassini muore, mentre l’altro mette in atto una folle corsa per le vie di San Francisco, inseguito dalla polizia e da Lou che riprende tutto. La corsa termina con un incidente che uccide il poliziotto alla guida del veicolo e il grave ferimento dell’assassino. Lou, dicendo una menzogna, chiede al suo aiutante Rick di andarlo a filmare dicendo che il killer era già morto, ma prima di morire quest’ultimo uccide Rick e a Lou resta l’ottimo filmato della scena cruenta, compresa la morte del suo aiutante.

 

Autore dell'articolo: Antonio Fiasconaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *