The-danish-girl-locandna

Recensione – The Danish Girl

2016-635921123585377840-537Copenhagen, primi anni 20, il pittore Einer Wegener viene spinto dalla moglie Gerda Wauda, anch’ella artista, a posare per lei in abiti femminili. Ben presto il suo dipinto acquista grande popolarità ed Einar comincia a compiacersi della nuova attitudine femminile assunta, inizialmente, per gioco. Presto muterà il suo nome in Lili Elbe per far fronte ad un sempre crescente desiderio di diventare donna ma con non pochi problemi psicologici sia per Einer sia per la fedele Gerda.

La straordinaria interpretazione di Eddie Redmayne della protagonista viene esaltata da un’impeccabile scelta dei costumi indossati durante tutto il film e da un’azzeccatissima scelta delle colonne sonore scelte nelle scene più drammatiche. Eddie, già Premio Oscar come Miglior Attore con La teoria del tutto (The Theory of Everything), riesce nel delicato compito di interpretare un personaggio maschile profondamente turbato nella sua interiorità utilizzando non solo incredibili espressioni facciali e reazioni molto realistiche ma anche un ottima capacità di esprimere con gli occhi ciò che turba l’animo della protagonista. << Adesso sono letteralmente me stessa >>, con questa frase si riassume l’intero percorso di trasformazione dalla maschilità alla femminilità, in precedenza vissuta soltanto attraverso l’alter ego Lili Elbe. Eddie non fa tutto da solo, ad esaltare la sua interpretazione ci pensa un’altrettanto magnifica Alicia Vikander (Gerda), vincitrice del premio come Miglior Attrice non protagonista, che accompagna Einar/Lili durante tutto il suo percorso emotivo con profonda conscienza delle emozioni provate dalla vera co-protagonista di questa storia che per quanto sembri assurdo è realmente accaduta. Lili_Elbe_1926

L’intera trama e tutti i protagonisti della vicenda sono interamente basati sulla storia di Lili Elbe, nata di sesso maschile sotto il nome di Einar Mogens Andreas Wegener, che è stata la prima persona nella storia a sottoporsi a un intervento chirurgico di riassegnazione sessuale e a essere identificata come transessuale.

In conclusione, le tematica della transessualità viene affrontata al limite fra schizofrenia e profonda “distruzione” emotiva con un pizzico di felicità nel finale pur molto turbolento e sorprendente.

Consigliato agli amanti del genere Drammatico.

Copenhagen, primi anni 20, il pittore Einer Wegener viene spinto dalla moglie Gerda Wauda, anch'ella artista, a posare per lei in abiti femminili. Ben presto il suo dipinto acquista grande popolarità ed Einar comincia a compiacersi della nuova attitudine femminile assunta, inizialmente, per gioco. Presto muterà il suo nome in Lili Elbe per far fronte ad un sempre crescente desiderio di diventare donna ma con non pochi problemi psicologici sia per Einer sia per la fedele Gerda. La straordinaria interpretazione di Eddie Redmayne della protagonista viene esaltata da un'impeccabile scelta dei costumi indossati durante tutto il film e da un'azzeccatissima scelta delle colonne sonore scelte nelle scene più drammatiche. Eddie, già Premio Oscar come Miglior Attore con La teoria del tutto (The Theory of Everything), riesce nel delicato compito di interpretare un personaggio maschile profondamente turbato nella sua interiorità utilizzando non solo incredibili espressioni facciali e reazioni molto realistiche ma anche un ottima capacità di esprimere con gli occhi ciò che turba l'animo della protagonista. << Adesso sono letteralmente me stessa >>, con questa frase si riassume l'intero percorso di trasformazione dalla maschilità alla femminilità, in precedenza vissuta soltanto attraverso l'alter ego Lili Elbe. Eddie non fa tutto da solo, ad esaltare la sua interpretazione ci pensa un'altrettanto magnifica Alicia Vikander (Gerda), vincitrice del premio come Miglior Attrice non protagonista, che accompagna Einar/Lili durante tutto il suo percorso emotivo con profonda conscienza delle emozioni provate dalla vera co-protagonista di questa storia che per quanto sembri assurdo è realmente accaduta.  L'intera trama e tutti i protagonisti della vicenda sono interamente basati sulla storia di Lili Elbe, nata di sesso maschile sotto il nome di Einar Mogens Andreas Wegener, che è stata la prima persona nella storia a sottoporsi a un intervento chirurgico di riassegnazione sessuale e a essere identificata come transessuale. In conclusione, le tematica della transessualità viene affrontata al limite fra schizofrenia e profonda "distruzione" emotiva con un pizzico di felicità nel finale pur molto turbolento e sorprendente. Consigliato agli amanti del genere Drammatico.

The Danish Girl

Voto: 8.0

Consigliatissimo agli amanti dei film melodrammatici

User Rating: Be the first one !
80

The Danish Girl

The Danish Girl
8.1

Regia

7.5 /10

Fotografia

7.5 /10

Sceneggiatura

8.0 /10

Colonne Sonore

8.5 /10

Costumi

9.0 /10

PRO

  • Costumi
  • Trucchi
  • Colonne Sonore
  • Fotografia
  • Sceneggiatura

CONTRO

  • Effetti Speciali

Autore dell'articolo: Gabriele Dell'Aria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *